Gli atleti della Israel Cycling Academy in allenamento © Noa Aron
Gli atleti della Israel Cycling Academy in allenamento © Noa Aron

La Israel Cycling Academy annuncia la preselezione per il Giro: in 3 sicuri del posto

Con le classiche del pavé ormai in archivio e quelle delle Ardenne pronte a essere disputate, l’orizzonte prossimo del ciclismo internazionale inizia a spostarsi sul Giro d’Italia. E oggi è giunta la comunicazione della prima preselezione in vista dell’appuntamento rosa. Merito della Israel Cycling Academy, compagine particolarmente attesa dato il via della corsa da Gerusalemme.

Il sodalizio Professional ha reso noto che tre corridori hanno già la certezza di partecipare all’appuntamento: si tratta del belga Ben Hermans, che sarà il leader della squadra, l’esperto spagnolo Rubén Plaza e il talentuoso lettone Krists Neilands, con la dirigenza che si dichiara particolarmente felice della sua prestazione alla Milano Sanremo, dove è stato l’unico serio attaccante sul Poggio assieme a Vincenzo Nibali.

Uno degli otto posti sarà verosimilmente riservato a un portabandiera di casa: a giocarsi l’onore di diventare il primo israeliano in un grande giro sono i passisti Roy Goldstein e Guy Sagiv assieme allo scalatore Guy Niv. Per gli altri quattro posti in lizza ci sono nove atleti, ossia il colombiano Edwin Ávila, il canadese Guillaume Boivin, gli australiani Zakkari Dempster e Nathan Earle, i norvegesi Sondre Holst Enger e August Jensen, l’italiano Kristian Sbaragli, il ceco Daniel Turek e il neerlandese Dennis van Winden.

L’identità del roster verrà comunicato al termine del Tour of Croatia, ultimo di tre appuntamenti (gli altri sono Amstel Gold Race e Tour of the Alps) in cui la compagine mediorientale si cimenterà nelle prossime settimane.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile