La volata vincente di Takeaki Amezawa al Tour of Japan © Miwa Ijima
La volata vincente di Takeaki Amezawa al Tour of Japan © Miwa Ijima

Tour of Japan, a Kyoto il giovane Amezawa supera Bole e Canola

Dopo un’edizione senza gioia, il Giappone torna a conquistare una frazione nella corsa di tappa. La prima tappa in linea del Tour of Japan, disputata sulla distanza di 105 km a Kyoto, ha visto imporsi Takeaki Amezawa, interessante sprinter ventitreenne. Il portacolori della Utsunomiya Blitzen ha avuto la meglio su corridori dal nome e dal palmares ben superiori al suo, dato che ha preceduto lo sloveno Grega Bole (Bahrain Merida) e l’azzurro Marco Canola (Nippo-Vini Fantini-Europa Ovini).

Anche il resto della top 10 presenta corridori di qualità come il neerlandese Raymond Kreder (Team UKYO), il britannico Oliver Wood (JLT Condor), l’estone Mihkel Raim (Israel Cycling Academy), l’australiano Robbie Hucker (Team UKYO), il bresciano Simone Ponzi (Nippo-Vini Fantini-Europa Ovini), il giapponese Yukiya Arashiro (Bahrain Merida) e il francese Thomas Lebas (Kinan Cycling Team).

Con questo risultato Grega Bole diventa il nuovo capoclassifica con 1″ su Canola e 4″ sull’ex leader, il britannico Ian Bibby (JLT Condor). Domani spazio ai 127 km di Inabe in un circuito da ripetere nove volte e con un finale in leggera pendenza.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile