Un Iversens sorridente arriva a Scomigo © Photors.it
Un Iversens sorridente arriva a Scomigo © Photors.it

Dilettanti: Corradini con dedica al Casentino, Iversen caterpillar a Conegliano

Due gare nazionali si sono disputate nei cuori pulsanti del movimento dilettantistico in questa assolata domenica d’agosto. Si comincia con l’ultracentenario Giro del Casentino, che sul traguardo di Corsalone vede consumarsi un duello a quattro contendenti: la spunta Michele Corradini, davanti al recente vincitore del Gp Capodarco Einer Rubio Reyes (Vejus-TMF), a Rossano Mauti (Futura Team) e a Matteo De Bonis (Apua Pontremoli-Regolo Tre Colli). Una vittoria doppiamente importante per Corradini: da un lato, si sblocca l’atleta empolese sul podio ai campionati nazionali dopo una serie di secondi posti collezionati tra aprile e maggio; dall’altra, era il ritorno alle corse per la Mastromarco dopo il terribile incidente occorso a Michael Antonelli alla Firenze-Viareggio, inevitabile la dedica al compagno in lotta tra la vita e la morte.

Ci si sposta in Veneto per osservare il ritorno ad alti livelli del passista danese Rasmus Iversen (General Store Bottoli), già vincitore di 6 corse in primavera: al Trofeo Città di Conegliano, Iversen è stato protagonista dell’azione decisiva a 50 km dal traguardo con Filippo Rocchetti (Team Colpack) e Mattia Bais (Cycling Team Friuli). Iversen ha letteralmente schiantato i due rivali, co Bais che arrivava secondo al traguardo a 45″ di ritardo, e Rocchetti addirittura costretto al ritiro per crampi. Ciò permetteva alla General Store di assicurarsi anche il terzo gradino del podio grazie a Davide Casarotto, arrivato a 2’35” staccando nel finale Ottavio Dotti (Petroli Firenze Hopplà Maserati).

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile