John Degenkolb conquista l'ultima tappa del Tour de la Provence © Getty Images
John Degenkolb conquista l'ultima tappa del Tour de la Provence © Getty Images

Tour de la Provence, l’ultima tappa a Degenkolb. La generale a Izagirre per questione di centesimi

Gran spettacolo nella quarta e ultima tappa del Tour de la Provence, la Avignone-Aix en Provence di 162.2 km. Non sono mancati i tentativi di attacco nell’ultima salitella di giornata, quella di La Bride, con lo scollinamento a 14 km dal traguardo: si sono mossi in vari momenti Rémi Cavagna, Thibaut Pinot, Tony Gallopin, Filippo Ganna, Fausto Masnada, Pierre Rolland e Kévin Le Cunff, ma nessuno di questi ha guadagnato.

Vi sono invece riusciti i primi due della classifica dei giovani, ovvero sia Edward Dunbar (Team Sky) e David Gaudu (Groupama-FDJ), che scollinano con pochi secondi. L’irlandese e il francese hanno collaborato, entrando negli ultimi 5 km con 9″ di margine; ma in gruppo il lavoro della Trek-Segafredo non ha lasciato loro vita facile, iniziando un tentativo di ricongiungimento per portare capitan Degenkolb a disputare la volata.

L’opera del team statunitense è efficace e il ricongiungimento avviene proprio in prossimità dell’arco dell’ultimo km. Si arriva così allo sprint, dove a vincere in maniera netta è proprio John Degenkolb: buon modo di approcciare la stagione delle classiche per il forte corridore tedesco.

Seconda posizione per Simon Clarke (EF Education First), terza per Anthony Maldonado (St. Michel-Auber 93), lui che è originario proprio di Aix en Provence. Seguono Tony Gallopin (AG2R La Mondiale), Damien Touzé (Cofidis, Solutions Crédits), Yves Lampaert (Deceuninck-Quick Step), Benjamin Thomas (Groupama-FDJ), Philippe Gilbert (Deceuninck-Quick Step), Warren Barguil (Team Arkéa Samsic) e August Jensen (Israel Cycling Academy).

Per risolvere la classifica generale servono i centesimi: grazie all’abbuono ottenuto, Simon Clarke è infatti andato ad appaiare Gorka Izagirre. Lo spagnolo dell’Astana Pro Team conquista però la graduatoria grazie ai migliori centesimi ottenuti nella cronometro inaugurale. Terza piazza a 1″ per Tony Gallopin, al quale sarebbe bastato concludere davanti a Maldonado per portarsi a casa la corsa. Quarta piazza a 2″ per Thibaut Pinot, a testimoniare l’estremo equilibrio nella quarta edizione della corsa provenzale.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile