Un'immagine di Shirin van Anrooij ai Campionati Europei di Alkmaar 2019 © UEC - Bettiniphoto
Un'immagine di Shirin van Anrooij ai Campionati Europei di Alkmaar 2019 © UEC - Bettiniphoto

Shirin van Anrooij è la campionessa europea a crono juniores, Italia fuori dal podio

La cronometro della categoria donne juniores è stata la prima gara dei Campionati Europei su strada di Alkmaar 2019 e la prima medaglia d’oro è andata alla padrona di casa Shirin van Anrooij, atleta al primo anno nella categoria e campionessa nazionale in carica della specialità. Van Anrooij era partita per ultima e aveva registrare la miglior prestazione all’intermedio: le strade che si sono progressivamente asciugate dopo la pioggia della prima mattina l’hanno forse leggermente aiutata in alcuni tratti ed alla fine dopo 22.4 chilometri (distanza notevole per la categoria) è riuscita a fermare il cronometro in 30’18” a più di 44 km/h di media.

Medaglia d’argento per la russa Aigul Gareeva, già campionessa europea juniores della prova in linea l’anno scorso, che era partita tra le prime e che con il suo 30’20” aveva sognato a lungo, prima di vedere sfumare la vittoria per appena 2″. Il bronzo è andato invece alla svedese Wilma Olausson, staccata di ben 41″ dalla vincitrice di oggi.

Dopo tre titoli consecutivi in questa gara con Morzenti, Pirrone e Guazzini nell’ordine, l’Italia è quindi costretta ad abdicare, ma le due azzurre in corsa hanno comunque concluso entrambe tra le prime sei: Camilla Alessio, seconda l’anno scorso, ha sfiorato un altro podio finendo quarta a 48″ davanti a Leonie Bos per pochi centesimi; Sofia Collinelli invece ha chiuso con il sesto tempo a 52″ da Van Anrooij.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile