Il podio finale all'Étoile de Bessèges © LNC - Garnier
Il podio finale all'Étoile de Bessèges © LNC - Garnier

Étoile de Bessèges, la crono finale premia Bettiol. La generale a Cosnefroy

La quinta e ultima tappa dell’Étoile de Bessèges è stata come di consueto la cronometro individuale di 10.7 km ad Alès, tutta pianeggiante se si eccettuano i 2800 metri conclusivi che presentano una pendenza media del 5.3%, che complica dunque almeno in parte l’esercizio per gli specialisti puri.

A centrare il successo, con il tempo di 15’13”, è stato Alberto Bettiol; già in testa all’intermedio, il toscano ha ulteriormente aumentato il passo sull’erta finale, centrando la seconda vittoria da professionista dopo l’indimenticabile Ronde van Vlaanderen della passata stagione. L’alfiere della EF Pro Cycling è arrivato talmente sfinito che si è reso necessario l’aiuto dello staff subito dopo il traguardo, come testimonia la foto sottostante.

Alberto Bettiol distrutto dopo la vittoria della crono di Bessèges
Alberto Bettiol distrutto dopo la vittoria della crono di Bessèges

La compagine statunitense occupa anche la seconda posizione con il danese Magnus Cort Nielsen a 8″. Seguono i francesi Pierre Latour (AG2R La Mondiale) a 15″ e Alexys Brunel (Groupama-FDJ) a 17″, il danese Michael Valgren (NTT Pro Cycling Team) a 24″, l’australiano Ben O’Connor (NTT Pro Cycling Team) a 25″, i francesi Benoît Cosnefroy (AG2R La Mondiale) a 27″ e Aurélien Paret-Peintre (AG2R La Mondiale) a 28″, il norvegese Edvald Boasson Hagen (NTT Pro Cycling Team) a 29″ e il polacco Kamil Malecki (CCC Team) a 31″.

Con la prova odierna, Benoît Cosnefroy riesce a difendere la leadership in classifica generale, conquistando la vittoria, confermandosi così dopo quanto ottenuto la passata settimana al GP la Marseillaise. Sul podio salgono Alberto Bettiol a 13″ e Alexys Brunel a 14″.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile