Primoz Roglic e Tadej Pogacar, strade comuni, destini diversi © ASO - Alex Broadway
Primoz Roglic e Tadej Pogacar, strade comuni, destini diversi © ASO - Alex Broadway

La Slovenia a Imola non si nasconde: al via Pogacar e Roglic

Quante nazioni hanno avuto il privilegio di occupare nella stessa edizione di un grande giro le prime due posizioni della classifica? Decisamente poche e, da domenica, a questa lista si è aggiunta la Slovenia. La piccola nazione mitteleuropea sfrutta, giustamente, l’onda lunga del recente dominio al Tour de France e si presenta ai Campionati del Mondo su strada di Imola come una delle nazioni da battere.

Merito soprattutto del duo formato da Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) e da Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma), che si schiereranno al via della prova in linea con ambizioni importanti. Assieme a loro saranno presenti Janez Brajkovic (Adria Mobil), Luka Mezgec (Mitchelton-Scott), Domen Novak (Bahrain McLaren), Luka Pibernik (Bahrain McLaren), Jan Polanc (UAE Team Emirates) e Jan Tratnik (Bahrain McLaren), quest’ultimo unico partente nella prova a cronometro – è stato dunque scelto di concedere del riposo supplementare ai due big, le cui fatiche della Grande Boucle sono ancora fresche.

Per quanto riguarda, invece, la selezione femminile, sono state chiamate Eugenia Bujak (Alé BTC Ljubljana), Urska Bravec (Alé BTC Ljubljana), Spela Kern (Lviv Cycling Team), Ursa Pintar (Alé BTC Ljubljana) e Urska Zigart (Alé BTC Ljubljana), con Eugenia Bujak che sarà l’unica rappresentante nella prova a cronometro.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile