E sono 3: Mark Cavendish vince ancora in Turchia © Tour of Turkey
E sono 3: Mark Cavendish vince ancora in Turchia © Tour of Turkey

Mark Cavendish vince ancora in Turchia: successo numero 800 per la QuickStep

Nata nel 2003 dopo lo scioglimento della Mapei, la Deceuninck-QuickStep festeggia oggi la storica vittoria numero 800 in corse del calendaro UCI: ed a far gioire Patrick Lefévère e soci è per il terzo giorno consecutivo Mark Cavendish, inarrestabile negli sprint del Giro di Turchia. L’ultima volta che Cavendish era riuscito a conquistare tre frazioni all’interno della stessa corsa tappa era il Tour de France del 2016 (ne vinse quattro) mentre la piccola impresa di ottenere tre successi in tre giorni consecutivi gli era già riuscita altre due volte in carriera, la prima al Tour of Ireland del 2008 e la seconda al Tour of Qatar 2013.

Il Tour of Turkey ha proposto oggi una tappa di 184.4 chilometri con partenza da Alanya e arrivo a Kemer affrontando un percorso prevalentemente pianeggiante lungo la costa meridionale della Turchia. La fuga di Stanislau Bazhkou (Minsk), Kent Ross (Wildlife Generation) e Nur Aiman Rosli (Sapura) – inizialmente c’era con loro anche Ivar Slik – ha avuto un vantaggio massimo di 3’45” e non hai dato l’impressione di essere in grado di beffare il gruppo tirato dalle squadre dei velocisti che infatti è andato a riprenderli abbastanza agevolmente.

Nella volata finale è stato ancora il treno della Alpecin-Fenix a prendere in mano le operazioni nell’ultimo chilometro, ma anche stavolta Lionel Taminiaux ha lasciato al vento il compagno di squadra Jasper Philipsen che, a poco meno di 300 metri dall’arrivo, ha temporeggiato un attimo prima di lanciare lo sprint vero e proprio. Il belga è stato poi forzato comunque a partire lungo e si è esposto alla rimonta di Mark Cavendish che non poteva fallire l’appuntamento con la vittoria in questa situazione. Philipsen si è quindi piazzato secondo, poi a seguire troviamo Stanislaw Aniolkowski terzo, Arvid De Kleijn quarto e Pierre Barbier quinto; tra gli italiani segnaliamo l’ottavo posto di Luca Mozzato ed il decimo di Damiano Cima.

Purtroppo nel rettilineo finale s’è innescata una spaventosa caduta che ha coinvolto numerosi corridori con le transenne sul lato sinistro della carreggiata che non hanno svolto del tutto il loro compito. Domani il Giro di Turchia vedrà interrompersi la striscia vincente di Mark Cavendish: in programma c’è infatti la tappa regina con arrivo in salita ai 1828 metri Elmali.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile