Uci ed Eurosport hanno presentato la Champions League della pista al via a novembre © UEC
Uci ed Eurosport hanno presentato la Champions League della pista al via a novembre © UEC

Tradizione e futuro, nel nome dello spettacolo: presentata la Champions League della pista

L’attesa è elevata, inevitabilmente, vista la portata della novità. A novembre debutterà l’UCI Track Champions League, evento che porta la doppia firma di UCI ed Eurosport Event che si prefigge l’obiettivo di rilanciare il ciclismo su pista diffondendolo anche tra i non appassionati. Un connubio importante, una formula semplice, proprio per arrivare al grande pubblico: i contenuti della manifestazione, che verrà trasmessa in diretta da Eurosport, sono stati presentati oggi, martedì 27 aprile.

Sei serate, quattro specialità, quelle di più facile comprensione: velocità e resistenza, unite dallo spettacolo. La Champions League della pista si inserisce in un processo di rimodulazione del calendario internazionale, coi Mondiali di ottobre che avranno anche la funzione di percorso di qualificazione alla competizione. In ognuna delle sei serate si disputeranno le quattro prove. Per la velocità sprint e keirin, per la resistenza eliminazione e scratch. A ciascuna gara parteciperanno 18 atleti, per un totale di 72 pistard.

La Champions League della pista prevede la presenza dello stesso numero di uomini e donne. Uguali anche i premi in denaro, sia quelli delle singole tappe che per la classifica finale. Come si accederà alla competizione? Ventiquattro pistard saranno invitati in base alle classifiche dei Campionati del mondo: i primi sei nello sprint e nel keirin si sfideranno per il titolo di campione sprint; i primi tre nell’eliminazione, omnium, scratch e gara a punti gareggeranno per il titolo di campione Endurance.

I posti rimanenti verranno assegnati in base alle prestazioni alle Olimpiadi di Tokyo e alla classifica UCI delle specialità; infine, ci saranno delle wild card che verranno concesse entro il primo settembre.

“Abbiamo modificato il formato nell’ultimo anno, attingendo all’esperienza dell’UCI e alle preziose intuizioni dei pistard per progettare la migliore competizione possibile – ha detto François Ribeiro, responsabile di Eurosport Event –  La nostra visione era quella di creare un evento sportivo d’élite che ritragga lo spirito del ciclismo su pista nel modo più emozionante possibile. Dall’inizio ci siamo impegnati anche a garantire l’uguaglianza di genere, quindi è con piacere che annunciamo che il premio in denaro sarà uguale per uomini e donne”.

Il direttore sportivo dell’UCI, Peter Van den Abeele, ha aggiunto: “Siamo felici di comunicare il formato della UCI Track Champions League. Un formato di gara dinamico, un sistema di qualificazione per selezionare i migliori atleti, un interessante sistema di punti e premi identici, in denaro, per uomini e donne, in linea con la politica dell’UCI. La nuova manifestazione ha tutti gli ingredienti per rafforzare un solido calendario UCI Track International insieme ai Campionati del mondo UCI e alla Coppa delle nazioni”.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile