Tadej Pogacar domina al Tour of Slovenia
Tadej Pogacar domina al Tour of Slovenia

È Pogacar show al Tour of Slovenia. Terzo Ulissi, quarto Sobrero

Sembra tutto troppo semplice per Tadej Pogacar. Davanti ai propri tifosi, il vincitore dell’ultimo Tour de France ha mostrato di essere sulla strada giusta in vista della difesa della maglia gialla. Il ventiduenne ha dominato la seconda tappa del Tour of Slovenia, la Zalec-Celje di 147 km. Pogacar è scattato sulla salita più impegnativa di giornata, quella di Svetina, e si è involato a circa 25 km dal traguardo.

Allo scollinamento ai meno 20 km lo sloveno è transitato con 50″ su Matteo Sobrero (Astana-Premier Tech) e sulla coppia della UAE Team Emirates formata dal polacco Rafal Majka e dal toscano Diego Ulissi, in versione stopper per il solitario compagno di squadra al comando. Nella discesa bagnata Pogacar non ha avuto alcun problema; alle sue spalle Sobrero ha saputo distanziare i due colleghi venendo ripreso da colui che, probabilmente, è il miglior specialista su piazza, ossia lo sloveno Matej Mohoric (Bahrain Victorious).

Mohoric e Sobrero sono stati ripresi in pianura da un gruppetto comprendente, oltre a Majka e Ulissi, anche dal marchigiano Giovanni Carboni (Bardiani CSF Faizanè), dall’estone Tanel Kangert (Team BikeExchange), dallo spagnolo Jonathan Lastra (Caja Rural-Seguros RGA), dallo sloveno Jan Polanc (UAE Team Emirates) e dal britannico James Shaw (Ribble Weldtite).

Lo strappo finale di 1900 metri al 7% non causa il minimo intoppo a Tadej Pogacar, che prosegue con un passo deciso sin sul traguardo. Per il formidabile talento sloveno è il settimo centro dell’anno, in cui spicca ovviamente la Liège-Bastogne-Liège. Il dominio del vincitore, acclamato dalla folla locale, è testimoniato dal vantaggio di 1’22” rifilato a Matej Mohoric, che nello sprint per la piazza d’onore ha la meglio su Diego Ulissi e su un ottimo Matteo Sobrero. Seguono Tanel Kangert, James Shaw, Rafal Majka, Giovanni Carboni e Jonathan Lastra a 1’25”, con Jan Polanc a chiudere la top ten a 1’30”.

La classifica vede ora Tadej Pogacar comandare con ampio margine sul connazionale Mohoric. Domani altra frazione ondulata, la Brezice-Krsko di 165.8 km, con un altro possibile show del favorito numero 1 per la Grande Boucle.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile