Ulissi ha vinto la prima tappa della Settimana Ciclistica Italiana © sulle Strade della Sardegna
Ulissi ha vinto la prima tappa della Settimana Ciclistica Italiana © sulle Strade della Sardegna

Acuto di Ulissi nella prima tappa della Settimana Ciclistica Italiana

Diego Ulissi ha vinto la prima tappa della Settimana ciclistica italiana – sulle Strade della Sardegna, con partenza da Alghero e arrivo a Sassari dopo 157,7 km. Sull’impegnativo rettilineo d’arrivo di via Duca degli Abruzzi, il portacolori della UAE Team Emirates ha preceduto Alberto Bettiol (Nazionale Italiana) e Giovanni Aleotti (Bora hansgroe): oggi, giorno del suo trentaduesimo compleanno, prenderà il via con la maglia azzurra di leader della generale.

Dopo un avvio veloce, la tappa ha visto al comando dal chilometro 24 nove corridori: il francese Rudy Barbier (Israel Start Up Nation), lo svizzero Simon Pellaud (Androni Giocattoli Sidermec), il lituano Evaldas Siskevicius (Delko), lo spagnolo Ibai Azurmendi (Euskatel Euskadi), il belga Rune Herregodts (Sport Vlaanderen Baloise), il norvegese Jonas Abrahamsen (Uno X Pro Cycling Team) e gli italiani Luca Wackerman (Eolo Kometa), Paolo Simion (Giotti Victoria Savini Due) e Federico Burchio (Work Service Marchiol).

Subito dopo il ricongiungimento con gli ultimi ad alzare bandiera bianca (Pellaud ed Herregodts), a 17 km dall’arrivo, al comando si è formato un drappello di 24 unità dal quale poi sono evasi gli azzurri Bettiol, Moscon e Ciccone, dall’ucraino Padun (Bahrain Victorius), Hermans (Israel Start Up Nation), Ulissi e Zakarin (Gazprom Rusvelo).

Sull’ultimo strappo di Scala di Giocca, a circa 3 km dalla conclusione, è stato Moscon a cercare di creare la selezione, ma alle spalle dei fuggitivi i più immediati inseguitori non hanno lasciato spazio e il gruppetto di testa è tornato compatto a circa un chilometro dal termine.

Nello sprint finale Ulissi, vincitore in carriera di otto tappe al Giro d’Italia, si è imposto nettamente su Alberto Bettiol, vincitore del Giro delle Fiandre 2019 e della tappa di Stradella all’ultimo Giro d’Italia, e sul giovane Giovanni Aleotti, recente vincitore del Sibiu Tour in Romania.

A chiudere la top ten, con lo stesso tempo di Ulissi, al quarto posto l’austriaco Felix Großschartner (Bora-Hansgrohe), quindi Ciccone, il belga Sep Vanmarcke (Israel Start-Up Nation), Moscon, Hermans, il russo Ilnur Zakarin (Gazprom-RusVelo), e Davide Vilella (Movistar).

Oltre ad essere leader della classifica generale con un margine di 4” sui più immediati inseguitori, Diego Ulissi guida anche la classifica a punti mentre lo svizzero Simon Pellaud veste la maglia di miglior scalatore e Giovanni Aleotti quella di miglior giovane.

Oggi si corre la seconda tappa: 185 km da Sassari a Oristano. Una frazione che prevede un andamento sostanzialmente antitetico rispetto alla prima, con un profilo piuttosto mosso nella parte iniziale e centrale, mentre gli ultimi 40 km sono praticamente pianeggianti. Tuttavia, gli oltre 2400 metri di dislivello, uniti alla distanza (è la tappa più lunga della corsa) e anche al probabile caldo che si potrebbe incontrare nelle fasi centrali del percorso, renderanno impegnativa questa giornata: non è scontato un arrivo a ranghi compatti.

Informazioni su attività di comparazione dei siti scommesse e casino PayPal più affidabili.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile