Sebastiàn Molano vince la 2a tappa della Vuelta a Burgos su Alberto Dainese e Matteo Trentin

Niente da fare per i corridori italiani nella seconda tappa della Vuelta a Burgos: Alberto Dainese e Matteo Trentin si sono piazzati rispettivamente in seconda e terza posizione, preceduti sul traguardo di Briviesca solamente dal velocista colombiano Sebastiàn Molano. I 175 chilometri in programma oggi presentavano un profilo adatto alle ruote veloci, ma negli ultimi 20 chilometri di gara c’erano da superare due salitelle non particolarmente impegnative, ma comunque trampolini interessanti per eventuali attaccanti: e proprio sul secondo strappo, a 8 km dall’arrivo, sono usciti dal gruppo Marcus Burghardt (Bora), Mads Wurtz Schmidt (Israel) e Kevin Geniets (Groupama) che hanno preso un margine di un dozzina di secondi sugli inseguitori.

Tra salita e discesa il gruppo non è riuscito ad organizzarsi subito, e solo negli ultimi 3000 metri c’è stata una reazione decisa guidata da Team DSM e Caja Rural: al triangolo rosso i tre attaccanti erano ancora davanti ma con appena 5″ di vantaggio e sentivano ormai il fiato sul collo. Ai 700 metri il tedesco Marcus Burghardt ha rotto gli indugi e ha provato a partire lungo tutto solo per provare a resistere alla rimonta veemente degli inseguitori: ottima l’azione del corridore della Bora che però è stato ripreso in piena volata quando mancavano appena 100 metri all’arrivo.

Allo sprint il gioco di squadra della UAE Team Emirates ha avuto la meglio: Matteo Trentin è partito lungo e di fatto ha lanciato la volata al compagno di squadra Sebastiàn Molano che ha messo a segno la prima vittoria personale in stagione, mentre l’italiano ha smesso di pedalare negli ultimi metri ed è comunque riuscito a fare terzo. In mezzo ai due compagni si è inserito solo il giovane Alberto Dainese che ha fatto lo sprint dall’altro lato della carreggiata ed a cui è mancato pochissimo per poter esultare.

In top10 si sono piazzati nell’ordine Jordi Meeus, Jon Aberasturi, Reinardt Janse van Rensburg, Itamar Einhorn, Chris Lawless, Marc Sarreau e Gonzalo Serrano: proprio quest’ultimo, grazie al gioco dei migliori piazzamenti, è diventato il nuovo leader della classifica generale della Vuelta a Burgos 2021. Domani la corsa vivrà la prima delle due giornate dedicate agli scalatori: l’arrivo è infatti fissato a Espinosa de los Monteros, a soli 18 chilometri dal gpm di Picón Blanco, ascesa durissima con i suoi 7.9 km al 9.2%.

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile