Leo Hayter al termine della clamorosa cavalcata di Santa Caterina Valfurva © Giro d'Italia Giovani Under 23
Leo Hayter al termine della clamorosa cavalcata di Santa Caterina Valfurva © Giro d'Italia Giovani Under 23

Hayter, al Giro U23 un’impresa destinata a fare epoca!

Di vincere due tappe consecutive al Giro d’Italia Giovani Under 23, la seconda delle quali in Maglia Rosa, era già capitato al fratello nel 2019. Oggi nella Pinzolo-Santa Caterina Valfurva è toccato a Leo Hayter (Hagens Berman Axeon), già a segno ieri nella Rossano Veneto-Pinzolo. Secondo Romain Gregoire (Groupama – FDJ) a 4’55”, terzo Lennert Van Eetvelt (Lotto Soudal Development Team) a 5’01”. La vittoria nella terza frazione consolida la sua leadership in classifica generale, ora molto solida, ma le prossime tappe potrebbero vedere attacchi e imboscate, in particolare da parte di tre team ben rappresentati in top ten: Groupama-FDJ, Lotto Soudal Development Team e Development Team DSM, con ben sette atleti tra i primi dieci.

Leo Hayter, nato il 10 agosto 2001, oltre alla Maglia Rosa Suzuki di leader della classifica generale, consolida anche la maglia Rossa ITAS Assicurazioni della Classifica a punti e diventa leader della classifica Combinata ENIT-Agenzia Nazionale del Turismo. La nuova maglia Blu GLS dei Gran premi della Montagna è Lenny Martinez (Groupama-FDJ), mentre il suo compagno Romain Gregoire vestirà la maglia Bianca Chiesi for Aido della classifica deiGiovani. La maglia Nero-Rosa ExtraGiro per il miglior italiano in classifica generale sarà vestita da Davide Piganzoli (Eolo-Kometa Cycling Team U23). Il Premio BPER Banca, Numero Rosso per la combattività, è di Lenny Martinez (Groupama-FDJ).

La cronaca della giornata. Da Pinzolo a Santa Caterina Valfurva, la terza tappa del Giro d’Italia Giovani Under 23 è molto impegnativa con i GPM di Passo del Tonale, Aprica, Passo di Guspessa e la salita conclusiva verso Santa Caterina Valfurva.

L’azione che caratterizza la prima parte di gara vede protagonisti Alex Baudin (Tudor Pro Cycling Team), Lorenzo Milesi (Development Team DSM), Davide De Pretto (Zalf Euromobil Désirée Fior) e Giulio Pellizzari (Bardiani-CSF-Faizanè). Proseguendo nell’azione, solo De Pretto e Pellizzari riescono a resistere al comando fino all’imbocco del Passo di Guspessa (inedito versante del Mortirolo), quando entra in scena la Groupama-FDJ con un’accelerazione che fa da prologo all’attacco solitario del giovane Lenny Martinez, classe 2003, tra i più attesi in questo Giro d’Italia Giovani U23.

Martinez transita al Passo di Guspessa con 2’10” sugli immediati inseguitori (Van Eetvelt, Ciuccarelli, Clynhens, Gregoire e la maglia Rosa Hayter), mentre in discesa il suo compagno Gregoire guadagna una ventina di secondi sugli altri componenti del drappello all’inseguimento. Negli ultimi 20 km però cambia tutto: Gregoire viene raggiunto e poi staccato dal forcing di Leo Hayter (Hagens Berman Axeon), che va a riprendere anche Lenny Martinez e in pochi km fa il vuoto, giungendo sul traguardo addirittura con 4’55” di vantaggio su Romain Gregoire (Groupama-FDJ) e 5’01” su Lennert Van Eetvelt (Lotto Soudal Development Team).

Seguono Reuben Thompson (Groupama), Martinez  e William Junior Lecerf (Lotto Soudal Development Team) a 5’49”, Oscar Onley (Development Team DSM) e Hannes Wilksch (Development Team DSM) a 6’31”, Harold Lopez Granizo (Astana Qazaqstan Development Team) a 6’42” e Felix Engelhardt (Tirol KTM Cycling Team) a 6’57”. La classifica generale vede Hayter al comando seguito da Gregoire a 5’48”, Van Eetvelt a 5’56”, Thompson, Martinez e Lecerf a 6’48”, Wilksch e Onley a 7’30”, Granizo a 7’41” ed Engelhardt a 7’56”. Domani la quarta tappa sarà la Chiuro-Chiavenna, 101.1 km con qualche asperità nella prima parte, una lunga parte pianeggiante e un finale in leggero falsopiano fino al traguardo.

(Comunicato stampa)

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile