Una stagione molto intensa tra ciclocross e strada attende Mathieu van der Poel © Alpecin - Deceuninck
Professionisti

Van der Poel inizia la stagione alle Strade Bianche; grandi obiettivi Fiandre e Roubaix

Il campione neerlandese attualmente in Spagna per un training camp annuncia il calendario per il 2023: si parte dai Mondiali di cross per arrivare sino a Glasgow, nel mezzo le classiche e il Tour de France

11.01.2023 17:49

Mentre i problemi alla schiena persistono e continuano ad affliggerlo nelle gare di cross, Van der Poel pensa già alla stagione stradale. Attualmente in ritiro a Denia con la propria squadra, l'Alpecin-Deceuninck, approdata quest'anno al World Tour, MVDP sta mettendo chilometri nelle gambe e si sta preparando al grande obiettivo invernale, vale a dire il Mondiale di ciclocross di Hoogerheide (5 febbraio), organizzato dal padre Adrie. Solamente la prova di CDM a Benidorm (22 gennaio) e una tra Hamme (28 gennaio) e Besançon (29 gennaio) precederanno l'appuntamento clou. In seguito Mathieu si prenderà circa un mese di pausa per riposarsi e ricaricare le batterie in vista della primavera dove vuole ottenere grandi risultati nelle classiche più prestigiose.

Come dichiarato ad alcuni siti belgi e olandesi, l'annata di Van der Poel prenderà il via proprio dall'Italia: Strade Bianche (4 marzo), Tirreno-Adriatico (6-12 marzo) e Milano-Sanremo (18/03) sono nel calendario del fenomeno neerlandese e alla luce di quanto ha combinato nell'ultimo paio d'anni in queste gare è probabile che lo vedremo già in lotta per il successo. Dopo la campagna italiana volerà nelle sue amate Fiandre per le classiche del pavé: sicuramente sarà al via di Fiandre (2 aprile) e Roubaix (9 aprile), i due grossi obiettivi del 2023, da decidere invece l'eventuale partecipazione a E3 Harelbeke (24 marzo), Gand-Wevelgem (26 marzo) e Dwars door Vlaanderen (29 marzo). Quasi sicuro il forfait al trittico delle Ardenne, compresa la da lui tanto amata Amstel Gold Race (16 aprile).

La seconda parte di stagione verterà sul Tour de France (1-23 luglio) e sul Mondiale di Glasgow (6 agosto), giudicato dalla stesso Van der Poel particolarmente adatto alle proprie caratteristiche. In preparazione alla corsa a tappe francese disputerà ancora una volta il Giro di Svizzera (11-18 giugno), mentre non si hanno notizie riguardanti il campionato nazionale dei Paesi Bassi (25 giugno). Il focus alla Grande Boucle sarà ottenere una vittoria di tappa e giungere fino a Parigi in modo da concludere il primo Tour della carriera; la maglia verde non sarà invece un obiettivo. 
Da notare infine come il programma da Benidorm al Mondiale di Glasgow ricalchi fedelmente quello dell'acerrimo rivale Wout van Aert: il 2023 è destinato ad essere un altro anno di grandi sfide tra WVA e MVDP.

La salita trampolino che fece saltare il palinsesto Rai
La licenza World Tour del Team DSM dura solo un anno e non tre. Ma c'è un motivo