Giovanni Aleotti non ci crede: la Vicenza - Bionde è sua © Photors.it
Giovanni Aleotti non ci crede: la Vicenza - Bionde è sua © Photors.it

Il Big Board 2.0 Under 23 di Cicloweb, prima parte

I migliori 100 prospetti del ciclismo giovanile: nel primo capitolo i nomi da 100 a 81, tra gli azzurri spazio a Aleotti, Di Felice, El Gouzi e Rocchetti

Dopo il successo dell’edizione di luglio Cicloweb ripropone il Big Board Under 23: il ranking dei 100 migliori corridori nati tra il 1996 e il 1999 e tesserati per formazioni non professionistiche (con l’eccezione della Hagens Berman Axeon). Ispirato alle classifiche dei siti statunitensi sui prospetti di basket, football e baseball, questo tabellone fornisce le generalità dei corridori citati, una stima del potenziale fatta dall’autore che va da un massimo di A a un minimo di F, una breve descrizione delle caratteristiche di ogni ciclista presente e qualche riga di note in cui sono presenti altre importanti informazioni sugli stessi.

Oggi la prima delle sei puntate in cui è stato suddiviso questo board, in cui sono presentate le posizioni che vanno dalla centesima all’ottantunesima.

Questo il link alla seconda puntata, con le posizioni dall’ottantunesima alla sessantunesima.
Questo il link alla terza puntata, con le posizioni dalla sessantesima alla quarantunesima.

100) Markus Wildauer
Provenienza: Austria
Squadra: Tirol Cycling Team
Data di nascita: 02/05/1998
Posizione nel board di luglio: 95°
Margini di miglioramento: B-
Caratteristiche: Wildauer è un cronoman che, nella prima parte di stagione, ha dimostrato di potersela cavare anche su salite non troppo dure.
Note: Da luglio in poi, l’unico risultato degno di nota dell’austriaco è il terzo posto ai campionati europei a crono. Un po’ poco per un corridore che, nei primi mesi dell’anno, è stato autore di ottime prestazioni in svariate gare, incluso il Giro Under 23 dove, in quel di Sestola, si è preso la tappa e ha vestito la maglia rosa. Anche nel 2019 militerà tra le file del Tirol Cycling Team, alla ricerca del salto di qualità definitivo.

99) Savva Novikov
Provenienza: Russia
Squadra: Lokosphinx
Data di nascita: 27/07/1999
Posizione nel board di luglio: N.P.
Margini di miglioramento: B+
Caratteristiche: Novikov, pistard oltreché stradista, sia tra gli junior che in questo primo anno da Under 23, ha dimostrato di avere delle doti eccellenti in salita.
Note: Il russo, nel 2018, si mette in luce già a fine febbraio quando, alla seconda corsa nella categoria, vince il Circuito del Guadiana, ovvero una delle gare più prestigiose del calendario locale spagnolo. Il meglio di sé, tuttavia, lo dà da settembre in poi: conquista la Vuelta a Valencia, dominando la tappa regina (il secondo a 48” e il terzo a 57”) e giungendo quarto nella crono conclusiva, ed è grande protagonista al Tour of Iran, in cui è addirittura secondo nella frazione più impervia.

98) Giovanni Aleotti
Provenienza: Italia
Squadra: Cycling Team Friuli
Data di nascita: 25/05/1999
Posizione nel board di luglio: N.P.
Margini di miglioramento: A
Caratteristiche: Aleotti ha un buono spunto veloce e si destreggia anche in salita.
Note: Il portacolori del Team Friuli è un corridore ancora abbastanza acerbo. Eppure, nella stagione appena conclusa, dimostra di essere già capace di ottenere ottimi risultati in corse molto diverse tra loro. Citiamo la vittoria alla Vicenza-Bionde, l’ottavo posto al GP di Poggiana e il settimo al Romanian Cycling Tour.

97) Jan Maas
Provenienza: Paesi Bassi
Squadra: SEG Racing Academy (stagista al Team LottoNL-Jumbo)
Data di nascita: 19/02/1996
Posizione nel board di luglio: 59°
Margini di miglioramento: D
Caratteristiche: Maas è un passista-scalatore in grado di fare ottime prestazioni sia in salita che nelle prove contro il tempo.
Note: Il meglio di sé lo ha dato da gregario, sia alla SEG che alla LottoNL. Angelo custode di Stephen Williams prima e di Sepp Kuss poi, durante la favolosa cavalcata dello statunitense al Tour of Utah, si leva, comunque, lo sfizio di piazzarsi in top 15 alla Ronde de l’Isard e al Giro d’Italia Under 23.

96) Rasmus Tiller
Provenienza: Norvegia
Squadra: Joker Icopal
Data di nascita: 28/07/1996
Posizione nel board di luglio: 46°
Margini di miglioramento: E
Caratteristiche: Passista dotato di discreto spunto veloce e buona propensione alla fuga.
Note: Tiller ha perso molte posizioni rispetto allo scorso board ed il motivo è presto detto: i risultati della seconda parte di stagione non sono stati, minimamente, all’altezza di quelli della prima. Nonostante ciò, tuttavia, è riuscito a trovare un posto nel World Tour per il 2019, tra le file del Team Dimension Data.

95) Théo Nonnez
Provenienza: Francia
Squadra: C.C. Nogent-sur-Oise
Data di nascita: 30/11/1999
Posizione nel board di luglio: 100°
Margini di miglioramento: A
Caratteristiche: Nonnez è un corridore completo, ancora privo di una vera e propria specializzazione.
Note: Il giovane francesino è protagonista delle corse del calendario nazionale anche nella seconda parte di stagione. Nel campionato transalpino riservato agli Under 23 coglie un ottimo sesto posto mentre al Grand Prix de Blangy-sur-Bresle ottiene il suo secondo successo stagionale.

94) Ide Schelling
Provenienza: Paesi Bassi
Squadra: SEG Racing Academy
Data di nascita: 06/02/1998
Posizione nel board di luglio: 64°
Margini di miglioramento: B-
Caratteristiche: Schelling è un puncheur con buone doti in salita e sul passo.
Note: Il quarto posto alla Liège di categoria resta il miglior risultato della sua stagione. Nei successivi mesi del 2018 si mette in mostra spesso con numerose fughe e con qualche acuto a cronometro, ma non riesce più a ripetere una prestazione dello stesso rango di quella offerta nella mini Doyenne. Un altro anno nella categoria potrebbe fargli molto bene.

93) Omar El Gouzi
Provenienza: Italia
Squadra: Viris L&L-Sisal-Matchpoint
Data di nascita: 16/08/1999
Posizione nel board di luglio: 99°
Margini di miglioramento: A
Caratteristiche: Classico scalatore puro piccolo e leggero.
Note: El Gouzi ottiene ottimi risultati nelle corse di un giorno italiane anche negli ultimi mesi del 2018. Tra questi spicca, senza dubbio, la top 10 a Capodarco. Nel 2019 si trasferirà al Tirol Cycling Team, Continental austriaca che negli ultimi anni sta lavorando molto bene e dove potrebbe esplodere definitivamente.

92) Karl Patrick Lauk
Provenienza: Estonia
Squadra: Team Pro Immo Nicolas Roux
Data di nascita: 09/01/1997
Posizione nel board di luglio: 74°
Margini di miglioramento: C
Caratteristiche: Corridore dotato di ottime qualità sul passo e in volata.
Note: Nel 2018 ottiene ben undici vittorie stagionali. Tuttavia, mentre nelle corse del calendario nazionale francese recita il ruolo del califfo, in gare di livello superiore sembra fare decisamente più fatica.

91) Alexis Renard
Provenienza: Francia
Squadra: Côtes d’Armor-Marie Morin-Véranda Rideau
Data di nascita: 01/06/1999
Posizione nel board di luglio: 98°
Margini di miglioramento: A
Caratteristiche: Corridore coraggioso e molto forte sul passo.
Note: Anche nella seconda parte di stagione il giovanissimo bretone continua a sfornare ottime prestazioni nelle varie prove del calendario nazionale francese. Conclude il 2018, primo anno nella categoria, con la bellezza di sette vittorie.

90) Abderrahim Zahiri
Provenienza: Marocco
Squadra: Trevigiani – Phonix – Hemus 1896
Data di nascita: 01/01/1996
Posizione nel board di luglio: 67°
Margini di miglioramento: D+
Caratteristiche: Scalatore con una buona propensione ad andare in fuga.
Note: La seconda parte di stagione del marocchino è, decisamente, inferiore alla prima, al netto di un discreto Valle d’Aosta in cui arriva quinto nel primo arrivo in salita e tra i primi venti nella generale. Zahiri, ad ogni modo, resta un corridore valido che merita un posto tra i professionisti.

89) Tobias Foss
Provenienza: Norvegia
Squadra: Uno-X Norwegian Development Team
Data di nascita: 25/05/1997
Posizione nel board di luglio: N.P
Margini di miglioramento: D
Caratteristiche: Foss è un passista-scalatore ottimo in salita e nelle prove contro il tempo.
Note: Dopo una prima parte di 2018 a dir poco disastrosa, stante a quelle che erano le premesse, Foss, a partire Tour de l’Avenir, in cui centra la seconda top 10 consecutiva, si rilancia. In seguito alle belle prestazioni sulle strade francesi, infatti, ottiene anche un sesto posto al Tour de Slovaquie, piazzamento ripetuto al Mondiale a crono, mentre conclude la stagione al Piccolo Giro di Lombardia con un decimo posto. Nel 2019 militerà ancora tra le file della Uno-X; viene però da chiedersi  se sia una scelta saggia, visto che sembra essere già un corridore abbastanza maturo.

88) Ivo Oliveira
Provenienza: Portogallo
Squadra: Hagens Berman-Axeon
Data di nascita: 05/09/1996
Posizione nel board di luglio: 43°
Margini di miglioramento: C-
Caratteristiche: Pistard forte in volata, sul passo e in grado di difendersi su salite non troppo lunghe.
Note: Da luglio in avanti, Oliveira corre molto poco su strada e non ottiene risultati, motivo per cui perde tante posizioni rispetto allo scorso board. Il valore del corridore, ad ogni modo, non è in dubbio. Nel 2019 passerà alla UAE, dove potrà dare il suo apporto sin da subito.

87) Franklin Archibold
Provenienza: Panama
Squadra: Centre Mondial du Cyclisme
Data di nascita: 24/08/1997
Posizione nel board di luglio: N.P.
Margini di miglioramento: B+
Caratteristiche: Corridore completo che ha lasciato intravedere del potenziale notevole sia in salita che a crono.
Note: Il primo anno in Europa per il prospetto di Panama è stato decisamente positivo. Il quindicesimo posto al Tour de l’Avenir corona una stagione ricca di ottime e in parte inaspettate prestazioni sfornate dal giovane, il quale non ha sofferto troppo il passaggio dal più blando ciclismo centroamericano a quello del vecchio continente. Nel 2019 potrebbe crescere ulteriormente.

86) Jake Stewart
Provenienza: Regno Unito
Squadra: 100% ME
Data di nascita: 02/10/1999
Posizione nel board di luglio: 51°
Margini di miglioramento: B+
Caratteristiche: Stewart è corridore veloce che si difende su percorsi ondulati.
Note: Il britannico, nel 2018, segue una parabola non troppo diversa da quella dei già citati Ivo Oliveira e Rasmus Tiller. Parte in modo folgorante arrivando sul podio alla Gand di categoria e al Trofeo Piva. Dopodiché, i suoi risultati calano vistosamente. Parliamo, ad ogni modo, di un corridore giovanissimo che di tempo per crescere ne ha ancora molto.

85) Gordian Banzer
Provenienza: Svizzera
Squadra: Akros-Renfer SA
Data di nascita: 11/06/1996
Posizione nel board di luglio: N.P.
Margini di miglioramento: C+
Caratteristiche: Banzer se la cava molto bene in salita e sembrerebbe particolarmente portato per le corse di un giorno.
Note: A dispetto dell’età lo svizzero è esploso veramente solo in questa stagione. Da maggio in poi conquista una serie di risultati di tutto rispetto, vale a dire il tredicesimo posto alla Course de la Paix, il ventesimo al Tour de Savoie, un altro tredicesimo all’Europeo, il nono al Tour Alsace, il diciannovesimo al Tour de l’Avenir, il diciottesimo al Giro del Friuli e il nono al Piccolo Lombardia. Qualità e costanza.

84) Filippo Rocchetti
Provenienza: Italia
Squadra: Team Colpack
Data di nascita: 26/01/1996
Posizione nel board di luglio: N.P.
Margini di miglioramento: C
Caratteristiche: Rocchetti è un corridore particolarmente portato per le corse di un giorno.
Note: Nel 2018, il portacolori della Colpack è uno dei migliori interpreti al mondo di quelle che potremmo definire “le classiche di categoria”. Nel corso dell’anno, infatti, coglie il nono posto alla Ronde van Vlaanderen, il quarto al GP di Poggiana e il terzo al GP Ruota d’Oro. Conquista, inoltre, il Trofeo Città di Brescia e, a livello nazionale, la Piccola Sanremo e il Trofeo Rigoberto Lamonica.

83) Mark Downey
Provenienza: Irlanda
Squadra: Team Wiggins
Data di nascita: 03/07/1996
Posizione nel board di luglio: 89°
Margini di miglioramento: C-
Caratteristiche: Pistard dotato di discreto spunto veloce e in grado di difendersi in salita.
Note: Dopo l’ottimo Giro Under 23 è protagonista anche di un bel Tour de l’Avenir, in cui conquista un secondo posto nella frazione vinta da Alessandro Covi, il quale, al traguardo, lo precede solo per pochi pochi centimetri.

82) Mikkel Honoré
Provenienza: Danimarca
Squadra: Team Waoo (Stagista alla Quick Step Floors)
Data di nascita: 21/01/1997
Posizione nel board di luglio: 66°
Margini di miglioramento: C-
Caratteristiche: Honoré si difende su tutti i terreni ed è bendisposto a mettersi al servizio dei compagni.
Note: Anche tra i professionisti, così come tra gli Under 23, dimostra di poter dare il suo contributo alla causa della squadra in ogni gara. Grazie a diverse belle prestazioni da stagista, inoltre, si è guadagnato un contratto in Quick Step (futura Deceuninck) per il prossimo biennio.

81) Francesco Di Felice
Provenienza: Italia
Squadra: Delio Gallina Colosio Eurofeed
Data di nascita: 17/03/1997
Posizione nel board dell’anno scorso: 75°
Margini di miglioramento: B-
Caratteristiche: Di Felice è veloce e tiene molto bene su salite brevi e non troppo impegnative.
Note: La seconda parte di stagione, per l’italiano, è proseguita con numerosi piazzamenti, esattamente come fatto nei mesi precedenti. Spicca, tra tutti, il quinto posto al GP Ruota d’Oro. Di Felice è pronto per un 2019 da grandissimo protagonista della categoria.

Visita lo store di Cicloweb!

Archivio

La vignetta di Pellegrini

Versione stampabile